0 Elementi

Edgar Wilson Benyon

da | 13 Set 2021 | Blog | 0 commenti

Oggi andiamo in Nuova Zelanda, per incontrare Edgar Wilson Benyon ...

Oggi andiamo in Nuova Zelanda, per incontrare Edgar Wilson Benyon …
Edgar nasce ad Auckland, in Nuova Zelanda, il 29 Marzo nel 1901. Divenne noto come il Great Benyon, il miglior Artista Magico che il paese abbia mai prodotto. Benyon era un uomo dai molti talenti, iniziando come giocoliere, mangiatore di fuoco e ventriloquo e doveva aggiungere ulteriori talenti di mimetismo, bilanciamento, Magia, lettura della mente e illusione ed era per lo più autodidatta. Da semplici trucchi di Magia, è diventato un esecutore estremamente versatile e molto abile che ha lavorato a un ritmo incredibilmente veloce. Il suo atto divenne noto come “The Same Man Different Clothes Act” a causa del numero di costumi e vestiti a cambio rapido nel suo spettacolo. Vedeva le avversità come una sfida che sembrava superare sempre.
All’inizio era un apprendista tipografo presso la tipografia di suo padre che spesso riceveva pass gratuiti per vari spettacoli a causa delle locandine stampate da suo padre. Quindi Edgar Wilson Benyon è stato esposto al teatro in tenera età che ha iniziato l’incentivo a diventare un Mago teatrale. Si è sposato e ha avuto due figlie che sono state tutte coinvolte negli spettacoli itineranti di Benyon in giro per la Nuova Zelanda. A causa della sua estrema versatilità come artista a tutto tondo, i suoi spettacoli sono diventati incredibilmente popolari in un momento in cui il vaudeville era ancora un’attrazione. Avrebbe iniziato il suo spettacolo mangiando fuoco, bilanciando una stecca da biliardo su un’altra stecca da biliardo, giocoleria e trucchi magici. Poi scompariva dal palco per riapparire pochi secondi dopo con un costume diverso. Poi avrebbe seguito il suo numero e imitando i versi di uccelli e animali. Era un bravo cantante, cantautore, xilofono e trombettista. Il suo spettacolo includeva canzoni di sua moglie e sua figlia, oltre a intermezzi di danza. Benyon ha aggiunto al conto un fisarmonicista e un comico di fama mondiale. I neozelandesi non avevano mai visto una tale varietà e talento in uno spettacolo prima.
Ha girato l’Australia, l’India e il Regno Unito ed è diventato uno dei preferiti in Irlanda, dove ha trascorso molti anni sia come intrattenitore di spettacoli teatrali che in tenda con uno spettacolo chiamato “Bam Boo Zalem”. Il suo spettacolo in tenda con 2000 spettatori presentava sedili imbottiti in peluche e 25 tonnellate di attrezzature e oggetti di scena trasportati da camion. Il suo spettacolo è stato uno dei più grandi contemporaneamente e, con le sue svariate abilità come solista, ha sempre attirato il tutto esaurito. Sua figlia e sua moglie hanno ballato nello spettacolo che comprendeva trucchi magici, illusioni e musica con ben 14 cambi di scena.
Una tipica esibizione si apriva con uno sfondo e un coro cinesi, Benyon saliva sul palco per eseguire una serie di magie a tema cinese dal ritmo veloce, vestito come un mandarino cinese. Quindi correva fuori dal palco per tornare pochi secondi dopo vestito da giocoliere giapponese, manipolando palline, scatole di sigari, grandi anelli e racchette da tennis, quindi girando e bilanciando stecche da biliardo (un’idea presa dai giochi con i bastoncini Maori). Questo è culminato con un’enorme produzione di ombrelloni e ciotole di ottone rotanti. Di nuovo fuori dal palco è riapparso vestito da principe arabo per esibirsi, “Dove vanno le anatre, Egg on Fan e Substitution Trunk”. Successivamente appare come un indiano rosso completamente vestito completo di copricapo piumato per sconcertare con la fuga del Totem Pole, il Razor Blade, Rapping Hand, e la Sword Box. Successivamente lo vediamo vestito con abiti olandesi, con sua figlia Evelyn che esegue la danza degli zoccoli, seguita dal suo atto mimetico e lo strappo della carta. Una delle sue caratteristiche era l’uso intelligente di un trucco con la carta chiamato Troublewit. Nella scena successiva appare come un artista francese, poi con la velocità della luce procede a disegnare cartoni animati e caricature divertenti finendo con un grande e bellissimo dipinto che diventa evidente solo con l’ultima pennellata. Le sue illusioni includevano anche The Divided Lady e Sawing in Half di P.T. Selbit. Più tardi avrebbe introdotto un enorme organo Wurlitzer allo spettacolo itinerante che era un vero piacere per il pubblico che ha migliorato i suoi spettacoli. La musica d’organo era spesso usata dai maghi.
Lo spettacolo procede a un ritmo più veloce, cambi di scena più rapidi e diversi cambi di costume, come un gentiluomo in frac, cilindro, bastone, guanti e mantello. Successivamente diventa un cowboy, poi un negromante russo, un matador spagnolo che fa filare la corda e più giocoleria. Quindi si trasforma in una guardia di palazzo completa di cappello di pelle d’orso con più trucchi di magia e ventriloquio. Il suo pupazzo è vestito allo stesso modo. È un vortice di meraviglia mistica e stupore, mentre il grande Benyon e la troupe familiare sconcertano e stupiscono. Il suo gran finale ha caratterizzato la “Illusione del dio della giungla”, una commedia magica con l’intero cast e la scomparsa di un leone sul palco. Conclude il suo numero con il palcoscenico pieno di produzioni floreali ovunque.
Dopo aver girato di nuovo in Gran Bretagna, Australia e Irlanda, incontra di nuovo il giovane Billy McCombe con cui aveva stretto amicizia da ragazzo durante i suoi precedenti tour. Questo doveva avere una grande influenza sulla carriera magica di Billy. Durante questo periodo Benyon riuscì a comprare interi atti di illusionisti in pensione da aggiungere al suo Bam Boo Zalem show. Tornò in Nuova Zelanda nel 1946, ma continuò a girare il suo spettacolo di in Nuova Zelanda negli anni ’60. Dopo 60 anni come intrattenitore, al suo Giubileo di Diamante, la confraternita magica e teatrale della Nuova Zelanda ha ospitato una cerimonia speciale in suo onore. Poco dopo è stato insignito del primissimo Grand Master of Magic Award mentre il Variety Artistes Club of N.Z. gli ha conferito uno speciale “Benny Award”. Nel 1973 è stato invitato ad apparire in Giappone per l’enorme World Surprise Show. È morto nel 1978, ma è ancora ricordato con affetto per la sua grande abilità artistica e il contributo alla magia e alle arti alleate in cui era così bravo….
Il Grande Benyon è stato un artista meravigliosamente capace di altissimo livello che ha influenzato molti Maghi della Nuova Zeelanda Questo è probabilmente il motivo per cui oggi in Nuova Zelanda c’è uno standard così alto di Magia. Il suo contributo è ben registrato per i posteri con molte lezioni da imparare da altri Maghi. Lo storico della Magia ed ex editore della rivista N.Z.Magicana, James Reilly ha registrato la vita e i tempi del grande Benyon nel suo libro “Same Man Different Clothes” che è una lettura meravigliosa e altamente raccomandata. Questo libro ha una lezione in quasi ogni pagina. Puoi leggere di più su questo Mago illusionista di grande talento su Wikipedia. Un artista che gli irlandesi chiamavano Magical Irish Leprechaun. La leggenda del Great Benyon vive ancora oggi e nella lunga e colorata storia della Magia……

Giuseppe De Vincenti

Prestigiatore ed esperto in Close Up Magic, in arte Vincent. Da oltre 30 anni e più nel mondo della magia, con diverse pubblicazioni e tour conferenze in Italia e all'estero. Perno portante dell'Università Magica Internazionale "Damaso Fernandez"

Articoli recenti

Categorie

Archivi

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This