0 Elementi

Harry Cameron

da | 10 Set 2021 | Blog | 0 commenti

Poco è stato scritto di Harry Cameron (1881-1944), meglio conosciuto come "The Great Carmo"

Poco è stato scritto di Harry Cameron (1881-1944), meglio conosciuto come “The Great Carmo”, a parte un piccolo volume intitolato The Great Carmo, The Colossus of Mystery , del Mago e scrittore Val Andrews nel 2001. Eppure, Carmo è stato un tempo uno dei principali illusionisti della scena del teatro di varietà britannico e, per un breve periodo, il proprietario di un circo perseguitato dalla tragedia. Potrebbe anche essere considerato l’uomo che ha lanciato il “Bertram Mills Circus” nel suo primo tour, avendo avuto una breve connessione con Bertram W. Mills e i suoi due figli nel 1929, prima della comparsa del vero e proprio spettacolo di tende Mills nel 1930.
Sebbene di origini scozzesi (i suoi genitori erano emigrati in Australia intorno al 1880), Harry Cameron nacque a Brunswick, un sobborgo di Melbourne, in Australia, l’8 Novembre 1881. Suo padre era un ingegnere; a sua insaputa, Harry era destinato a diventare un Mago e un illusionista che avrebbe rivaleggiato con i “grandi” della sua epoca: Lafayette, Chung Ling Soo, Lyle, Dante, Murray, Chefalo e Kalanag, le cui enormi rappresentazioni teatrali erano tra le più belle della storia teatrale.
Da giovane, e senza alcun incoraggiamento dalla sua famiglia, Harry ha sviluppato un amore per lo spettacolo. Era stato prima estasiato dalla qualità magica di un circo itinerante che aveva visitato, e poi da Paul Cinquevalli , il più grande giocoliere del suo tempo, che aveva visto in un teatro di varietà a Melbourne: Harry si era proposto di emulare le gesta del suo nuovo idolo nelle sue routine di giocoleria, equilibrio e uomo forte.
Quindi Harry iniziò a praticare la giocoleria e, quando possibile, all’insaputa dei suoi genitori, frequentava teatri e spettacoli itineranti. Lasciata la scuola a quattordici anni, fu dapprima apprendista presso un droghiere e sviluppò i suoi muscoli portando sacchi di farina su una scala. Successivamente, ha lavorato in una fonderia di ottone e, nel suo tempo libero, ha preso parte a uno spettacolo di Minstrel, dove ha iniziato a imparare l’attività di intrattenimento e ha formato il suo talento per lo spettacolo e il suo senso del palcoscenico.
Quando suo padre ha scoperto la relazione clandestina di Harry con il mondo dello spettacolo, gli ha dato un ultimatum: abbandonare le sue ambizioni artistiche o andarsene di casa. Harry scelse la seconda opzione e continuò a viaggiare con lo spettacolo Minstrel per un anno, e in seguito con Waxworks and Varieties di Rowley, dove si esibì con il suo numero di giocoleria in erba e uomo forte. Ha poi continuato a svilupparlo in altri spettacoli.
Successivamente, Harry si è trasferito all’Ashton’s Circus , suonando nelle township del bush australiano, un punto fermo nella vita circense. Lì, nel tentativo di imparare a camminare sul filo, ha avuto una caduta seguita da un periodo senza un soldo in ospedale, che lo ha portato alla riconciliazione con i suoi genitori. Alla fine, Harry ha sviluppato una carriera di varietà di successo con un numero che combinava giocoleria, prodezze di forza e cambiamenti rapidi. Sposò la sua assistente cantante, Nellie Lloyd, a Sydney, il 5 Gennaio 1903.
In Victor Martyn, un altro ragazzo di Melbourne, Harry ha trovato un amico che è scappato anche lui per unirsi a un circo. Victor era profondamente interessato alla Magia, e mentre Harry gli insegnava la giocoleria, Victor insegnava a Harry trucchi di magia. (La famiglia Martyn alla fine acquisì una solida reputazione nel mondo della giocoleria; il figlio di Victor, Topper Martyn , divenne un grande Mago e giocoliere comico.) Poi i Carmo, come era diventato noto il numero di Harry e Nellie, incontrarono un brillante Mago, Servais Le Roy (1865-1953), del celebre atto di Le Roy, Talma & Bosco , quando LeRoy si recò in Australia nel 1905-1906. L’amicizia duratura di Harry con l’uomo avrebbe notevolmente influenzato la sua successiva carriera di illusionista.
I Carmo si unirono a uno spettacolo di varietà, Heller’s Entertainers, gestito dal “Professor” George Heller e sua moglie, Maude, con il quale viaggiarono in Inghilterra all’inizio del 1907. La loro nave, la White Star liner Suevic , salpò il 2 Febbraio da Sydney e naufragò sulle rocce al largo di Lizard Point in Cornovaglia. Tutti erano al sicuro, ma i Carmo hanno perdettero il bagaglio a mano; fortunatamente, i loro oggetti di scena conservati nella stiva sono stati successivamente recuperati.
Quando gli Hellers tornarono in Australia, Harry e Nellie scelsero di stabilirsi in Inghilterra, dove si esibirono nelle sale da musica britanniche, e fecero anche tournée negli Stati Uniti e in Francia. Harry iniziò ad aggiungere effetti Magici alla sua routine; La gabbia del diavolo , realizzata da Servais Le Roy per lui a Londra, è stata una delle sue caratteristiche più interessanti. Alla fine del 1911, Le Roy prestò ad Harry uno dei suoi migliori maghi, Max Sterling, per aiutarlo a produrre un vero spettacolo di Magia, e il nuovo numero di Carmo fu lanciato come “Carmo, The Master Phantasist” . La combinazione di sensazionali e nuove illusioni, equilibrismo, giocoleria e acrobazie, tableaux spettacolari e altre caratteristiche di Harry lo ha portato a essere descritto dalla stampa teatrale come “uno degli artisti più affermati nella varietà”.
Il matrimonio di Harry e Nellie fallì, tuttavia, e sebbene lei rimase nel numero, si separarono nel Luglio del 1911 e divorziarono il 30 Giugno 1913. Nel frattempo, Harry aveva incontrato Rose Alice Pemberton, che era conosciuta professionalmente come Alma May e che aveva un figlio illegittimo di tre anni. Quando si sono incontrati, era in tournée con il famoso spettacolo di Fred Karno, Mumming Birds , che ha generato un giovane comico di immenso talento di nome Charles Chaplin. Appena un mese dopo il divorzio, Harry Carmo sposò Alma May.
Il secondo matrimonio di Harry si rivelò un grande successo, perché non solo Alma era una bella donna di cui rimase innamorato fino alla fine, ma era anche un’astuta donna d’affari con una preziosa esperienza teatrale, una benedizione per Harry che, sebbene fosse un bravo ragazzo e uomo di spettacolo, non ha mai avuto soldi o senso degli affari.
Harry e Alma andarono in Australia alla fine del 1913 per lavorare per lo spettacolo Le Roy, Talma & Bosco e, per qualche coincidenza, salparono sulla nave White Star ricostruita, Suevic . Allo scoppio della Grande Guerra, nell’Agosto del 1914, decisero tutti di salpare per gli Stati Uniti, dove aprirono a San Francisco, prima tappa di un tour prenotato da Servais Le Roy. Quando il tour terminò in Pennsylvania, Le Roy affittò un piccolo teatro vuoto, dove aiutò Carmo a costruire il suo primo spettacolo di Magia.
Dopo alcuni mesi, “The Great Carmo” – come fu d’ora in poi chiamato – e le sue assistenti erano pronti a tornare in Inghilterra, e cercarono di prenotare i passaggi sul transatlantico Cunard Lusitania , che stava salpando da New York il 1 Maggio 1915. Sebbene fossero disponibili sistemazioni in cabina, non c’era spazio nella stiva per l’enorme quantità di palco e oggetti magici di Carmo, e dovette aspettare una nave successiva. Fu un colpo di fortuna: questo doveva essere l’ultimo viaggio di Lusitania ; fu silurata da un U-Boat tedesco al largo delle coste irlandesi il 7 Maggio, evento che portò gli Stati Uniti a dichiarare guerra alla Germania.
Lo spettacolo che Carmo alla fine sviluppò in Inghilterra fu davvero impressionante, con una varietà di animali che partecipavano alle illusioni, tra cui una tigre del Bengala, un elefante, un leopardo, cavalli, serpenti e un leone che era presente nell’illusione della sposa del leone , che aveva fatto parte del repertorio di Le Roy e di un altro famoso illusionista, The Great Lafayette. Nella versione di Carmo elaborò l’idea originale di diventare Thrown To The Lions o The Lion’s Prey , ed era considerato uno dei più grandi trucchi magici del suo tempo: un dramma muto riccamente in costume e messo in scena pieno di musica ed effetti di luce.
Con una crescente collezione di animali, la troupe di Carmo si espanse rapidamente fino a circa quaranta artisti, lavorando in tutti i principali teatri di varietà delle isole britanniche e, una volta finita la guerra, partecipando a tournée continentali, dove lo spettacolo fu una grande sensazione, in particolare in Spagna e Portogallo. Hanno anche lavorato per quattro settimane a Parigi e al famoso Palladium Theatre di Londra. Lo spettacolo è diventato sempre più opulento e splendido, con più artisti, più animali e illusioni più elaborate, con Carmo che acquista alcune delle illusioni più sensazionali del grande mago, David Devant. Lo spettacolo del Grande Carmo alla fine divenne lo spettacolo di magia più decantato della sua epoca in Inghilterra.
Nel 1926, mentre le sue fortune aumentavano, Carmo acquistò una grande fattoria a Shirley, nel Surrey, con edifici e terreni sufficienti per ospitare tutti gli animali, i veicoli e le proprietà di cui il grande spettacolo aveva bisogno. Doveva essere conosciuto come Carmo Manor . Ma la tragedia colpì nel Settembre dell’anno successivo, quando Alma morì di cancro a casa loro mentre Harry era in tournée con il suo spettacolo in Scozia. Carmo non poteva nemmeno lasciare lo spettacolo per partecipare al suo funerale. La morte di Alma fu un duro colpo per lui: non solo era stata l’amore della sua vita, ma era stata anche la sua importantissima socia in affari.
Eppure, Harry non sarebbe rimasto solo. Tornando subito dopo la Grande Guerra, quando lo spettacolo di Carmo stava lavorando al Willesden Hippodrome di Harlesden, Londra, l’undicenne Rita Rogers, figlia di un avvocato, vide la sua esibizione e rimase profondamente colpita dalla personalità e dal carisma di Carmo sul palco. La ragazza idolatrava il concetto delle sue produzioni e intesseva piccole storie d’amore dai suoi ricordi di Harry Carmo. Voleva entrare nel mondo dello spettacolo e sebbene la sua famiglia fosse caduta in tempi difficili, un amico di famiglia le ha permesso di allenarsi come ballerina.
Nel 1923, all’età di sedici anni, Rita apparve in una pantomima ; poi ha risposto a un annuncio di lavoro come ballerina in uno spettacolo di Magia. Si è trovata a fare il provino per una signora in un salotto accogliente in un indirizzo a Camberwell, Londra, e le è stato offerto il lavoro sul posto. Ha appreso in seguito che la donna che l’ha ascoltata era la moglie di Carmo, Alma, e che era stata con la produzione di The Great Carmo’s Magical Moments .
Rita è passata rapidamente dal camminare in abiti glamour al ballo e poi a prendere parte ai giochi magici prodotti dal grande illusionista. Far parte del mondo di Harry Carmo si è rivelato essere il destino di Rita; alla fine, lo avrebbe accompagnato attraverso l’ultima fase della sua vita.
Dopo la morte di Alma, il cuore di Harry non era più nel mondo del teatro, e i suoi pensieri tornarono al mondo del circo e al desiderio di vecchia data di mettere in scena il suo circo, per il quale Alma non aveva mostrato alcun interesse. Nel 1927, Carmo iniziò a realizzare il suo vecchio sogno e iniziò a mettere insieme un circo itinerante con la famiglia Barry in Irlanda; acquistò cavalli e leoni e incaricò Harry Bate, un noto fornitore di Magia, di costruirgli una serie di illusioni da baraccone.
Carmo mostrò queste illusioni statiche per la stagione invernale 1927-1928 al Luna Park Bertram W. Mills allestito nella grande sala dell’Olympia di Kensington a Londra, e che era adiacente al suo circo. Il programma Mills ha anche presentato per la prima volta un atto del neonato Carmo’s Circus, Baby June, l’elefante in bicicletta, affermato di essere l’elefante più giovane e più piccolo del mondo. (L’elefante, che guidava un triciclo pesante, in seguito divenne noto come Baby Carmo.
Il Great Carmo Circus and Menagerie finalmente aprì ai Balmoral Gardens, Belfast per la stagione estiva del 1928 con quello che era considerato un grande tendone , e una buona flotta di veicoli e carri viventi. Carmo lo definì “il miglior circo itinerante che sia mai stato visto in Irlanda”. Certamente, il programma prevedeva una serie di attrazioni molto forti, tra cui Emmerich Ankner , un importante addestratore di cavalli dell’epoca, che maneggiava i cavalli con il figliastro, Charles Barth, e Ruth Owen. C’erano anche gli orsi di Conrad ; il giocoliere giapponese, Togo ; Mirza; Stella & Partner; l’elefante Baby June; e un gruppo di dodici leoni.
I leoni di Carmo furono inizialmente mostrati da un allenatore di nome Frederick Guise, ma fu presto licenziato per aver bevuto e Carmo acquisì i servizi di Togare (Georg Kulovits) su suggerimento di Bertram Mills. Togare proveniva dal Circus Krone in Germania, ed era un notevole showman sul ring, un artista fine e coraggioso con un bell’aspetto e un fisico eccezionale; stava per diventare uno dei più celebri addestratori di animali della sua epoca.
Frederick Martin, uno specialista della pubblicità e un fan del circo, aveva raccomandato a Carmo di usare Lady Eleanor Smith, un’altra fan e figlia di Lord Birkenhead, per scrivere il materiale pubblicitario per lo spettacolo. Fu lei il cui genio pubblicitario trasformò Togare in un idolo matinée e lo battezzò “Il Valentino del Ring” – per la sua somiglianza sul palcoscenico con l’ultima star del cinema e icona pop, che era ancora, due anni dopo la sua morte, una scatola straordinaria – sorteggio d’ufficio. (Eleanor Smith fu strettamente coinvolta nei circhi Carmo e Mills e scrisse un romanzo sulla vita circense, Red Wagon [1930], che fu trasformato in un film con Charles Bickford, Anthony Bushell e Greta Nissen nel 1933.)
Per la sua stagione 1928-1929 ad Olimpia, Bertram Mills presentò due atti del Great Carmo Circus, Togare con i suoi leoni e il “Capitano” Ankner con i cavalli che Carmo aveva acquistato da Mills. Sia i cavalli di Carmo che i leoni di Togare sono stati annunciati come apparsi per la prima volta in Inghilterra, e anche la Gallery of Illusions di Carmo e il suo serraglio australiano sono stati presentati al Luna Park vicino al circo.
Il primo tour del Great Carmo Circus in Irlanda si è rivelato un successo, sia artistico che finanziario, e allo stesso tempo, Harry ha continuato i suoi tour di varietà con il suo grande spettacolo di magia. Sebbene Val Andrews, nella sua biografia di Carmo, suggerisca che l’impresa irlandese fu solo “un modesto successo”, Harry pianificò uno spettacolo più grande e migliore per la sua stagione del 1929, uno spettacolo le cui dimensioni e qualità potrebbero farlo diventare il più grande tour della Gran Bretagna, resto del Regno Unito, e quindi rivaleggiare con il più grande circo delle isole britanniche, quello di Lord George Sanger . O così pensava.
Frederick Martin, che era amico sia di Carmo che di Mills, portò la notizia a Carmo che Bertram Mills e i suoi figli, Cyril e Bernard , stavano progettando di lanciare anche uno spettacolo di tende, dopo il successo del loro circo annuale all’Olympia di Londra dal 1920. I figli di Bertram avevano seguito il padre nell’attività, ma ormai non ce n’erano abbastanza per occupare loro tre con una stagione invernale di sei settimane – e con la mancanza di circhi di prim’ordine in giro per il paese, Mills vide una possibilità di capitalizzare e occupare i suoi due talentuosi figli nella gestione dell’impresa itinerante che aveva pianificato.
Tuttavia, a quel tempo era alquanto dubbio che due nuovi grandi spettacoli di tende in competizione l’uno contro l’altro potessero sopravvivere, quindi fu suggerito un accordo di partnership, uno che alla fine avrebbe funzionato a vantaggio della famiglia Mills, consentendo a Cyril e Bernard Mills di esplorare il per la prima volta il funzionamento di uno spettacolo itinerante. Nel caso, probabilmente hanno imparato di più quell’anno su come non gestire uno spettacolo che su come gestirne uno con successo.
La famiglia Mills era stata persuasa a ritardare il proprio lancio non solo per la loro ignoranza delle procedure di tenting, ma anche perché Carmo aveva già un buon programma al completo. Il loro contratto reciproco affidava quindi a Carmo la piena responsabilità di quella parte dell’affare. (Tuttavia, nel suo libro Bertram Mills Circus, Its Story , Cyril Mills ha osservato che “il programma che avevamo quando eravamo soli nel 1930 era molto migliore.”)
L’accordo tra Carmo e Mills era strano. Durante la pianificazione del proprio spettacolo, Cyril Mills era stato in Germania per studiare trasporti, posti a sedere, tende, ecc. nei migliori spettacoli lì, come Krone , Sarrasani e Busch , che erano i più avanzati tecnicamente in Europa (e forse nel mondo). circhi itineranti, confortevoli ed efficienti. In un’atmosfera di segretezza, Cyril aveva ordinato una tenda dal rinomato produttore di tende tedesco Stromeyer a Costanza, e aveva acquistato sedili di seconda mano per lo stampatore di manifesti Friedländer di Amburgo, che l’aveva presa per un mestiere quando la vecchia famiglia del circo Blumenfeld era entrata in difficoltà.
I posti a sedere includevano lussuose sedie ricoperte di peluche per i palchi o i sedili anteriori, ma quando Mills lo ricevette, solo le prime tre file della panca avevano lo schienale. All’inizio dello spettacolo, a quanto pare ogni panchina era stata dotata di uno schienale, cosa che allora era sconosciuta in qualsiasi circo di tende inglesi. Il tendone aveva anche due serie di pali (alberi principali) e picchetti, in modo che un set potesse essere eretto prima dell’arrivo dello spettacolo in una nuova città mentre stava ancora lavorando in un’altra, risparmiando così tempo prezioso nel set -up
Quindi tutte le attrezzature per tende e posti a sedere appartenevano all’organizzazione Mills, che forniva anche il personale amministrativo e generale, a parte gli stallieri, che facevano parte del pacchetto di programmi di Carmo. Mills forniva anche il botteghino e i carri d’ufficio, poiché dovevano occuparsi del personale amministrativo. Da parte sua, Carmo ha prodotto il programma, pagato tutti gli artisti e fornito il trasporto su cui lo spettacolo si muoveva su strada. I veicoli di seconda mano di Carmo, tuttavia, non erano certamente i migliori, come ricordava Cyril Mills: “Penso che il trasporto di Carmo abbia avuto una media di circa tre guasti per viaggio. Era così inaffidabile che non avevamo mai programmato di aprire prima dello spettacolo serale di lunedì”. (Lo spettacolo si spostava la domenica, poiché gli spettacoli domenicali, sia a teatro,
Dopo molte battute d’arresto iniziali, lo spettacolo combinato finalmente aprì nel maggio 1929 a Gatford, Londra, ma con il solo titolo di Great Carmo Circus e Menagerie , nel caso in cui il nome di Mills fosse macchiato. Molti lo hanno votato come uno spettacolo meraviglioso, tuttavia, e il più grande circo visto nelle province dai tempi pallidi di Lord George Sanger.
Aveva un programma particolarmente forte per quell’epoca, con non solo i leoni di Togare e Carmo, Emmerich Ankner con quattro gruppi di cavalli e l’elefante in bicicletta Baby Carmo, ma anche attrazioni come la cavallerizza britannica Mona Connor ; i clown belgi, i Bentos ; il cavallo da salto di Ruth Owens , “Courage”; L’ atto del palo del pesce persico di Hansen ; i quattro Bonellys dall’Australia con un atto aereo loop-the-loop; L’atto della scala aerea di Nonsens; L’ atto di equilibrismo della mano dei Costello ; I 5 Balaguer , giocolieri acrobatici; Los Gabriels, giocolieri di cappelli in costume da clown; un gruppo di ballerini più un “balletto di pattinaggio su ghiaccio vero”; e i grandi acrobati a cavallo, The Carolis, che in seguito sarebbero apparsi molte volte con il Bertram Mills Circus.
Si diceva che il serraglio di Carmo contenesse “una miriade di rarità raccolte da tutte le parti del mondo” – sebbene Cyril Mills, forse con una memoria in declino, fosse sicuro molto più tardi che il serraglio contenesse solo i leoni di Togare, i cavalli e i pony di Carmo e il elefante in bicicletta, Baby Carmo. I clown del tappeto non sono stati menzionati nel programma stampato, ma uno dei tanti libri di o su Lady Eleanor Smith menziona il suo incontro da Carmo con amici clown, tra cui Whimsical Walker , Joe Craston e Joe Bert.
Lo spettacolo ha dovuto affrontare molti contrattempi tecnici e organizzativi durante il tour, a causa della mancanza di esperienza dei suoi proprietari. Ma i fratelli Mills stavano certamente imparando in fretta, come la loro successiva avventura con le tende Bertram Mills Circus si sarebbe rivelata solo un anno dopo. Tuttavia, lo spettacolo è stato accolto molto bene sia dalla stampa che dal pubblico; “tutti dicevano che segnava l’inizio di una nuova era nella storia dei circhi britannici”, ricorda Cyril Mills.
Il Grande Circo del Carmo ha viaggiato da maggio fino a metà Novembre; Cyril Mills ha spiegato a chi scrive: “Abbiamo continuato lo spettacolo Mills-Carmo per più di un mese in più dopo la scadenza del contratto solo per compiacere Carmo, perché non era ancora pronto per riaprire con la sua attrezzatura”. Cyril Mills dubitava che Carmo avrebbe potuto affrontare una stagione invernale con la sua tenda, che non aveva ricevuto da un produttore rispettabile e la cui consegna era stata già posticipata più volte, ma Harry Carmo non poteva permettersi di licenziare per cinque mesi.
La famiglia Mills e Harry Carmo si sono separati amichevolmente un sabato sera a Oxford e Carmo ha programmato di riaprire a Wembley lunedì. “Ma”, ha ricordato Cyril Mills, “dopo una lotta di tre giorni per montare la tenda di nuovo tipo [era una tenda allora innovativa sostenuta da quattro pali in quadrato], ha telefonato e dal suono della sua voce, ho sospettava che fosse sull’orlo delle lacrime. Potremmo prestargli il nostro maestro di tenda ? Certo, potremmo […]. Il maestro di tenda fu portato di corsa a Wembley, e nel giro di due giorni, la tenda e i posti a sedere erano stati costruiti e il circo fu in grado di aprire.”
Per qualsiasi uomo di spettacolo, passare un inverno britannico in tenda era considerato una follia e pieno di difficoltà. Carmo aveva pagato 800 sterline, una grossa somma a quel tempo, per un apparato di riscaldamento tedesco per riempire la tenda di aria calda. Questo non era mai stato tentato prima ed è stato considerato una follia dall’industria, sempre resistente all’innovazione introdotta da estranei. La stagione invernale iniziò il 6 gennaio 1930, all’Harringay Greyhound Track nel nord di Londra, e inizialmente ebbe un certo successo. Ma il tempo era insolitamente brutto e il pubblico si trascinava nel fango denso fino alla tenda riscaldata. Lo spettacolo ha lottato, spesso con posti vuoti, prima di raggiungere Birmingham nel Marzo 1930.
Sebbene stesse perdendo molti soldi, Carmo ha continuato a pagare il suo staff e gli artisti a stipendio pieno. Ma il tempo si è ulteriormente deteriorata e la notte del 14 Marzo, una forte nevicata ha portato giù il suo presunto super-forte e soprattutto bassa tonalità tendone . La tela a brandelli e il sedile naufragato, fu il primo di una serie di disastri che si abbatterono sul Grande Carmo quell’inverno. Sempre ottimista, Carmo acquistò, a caro prezzo, un nuovo tendone e ottenne delle nuove sedute. Miracolosamente, lo spettacolo ha riaperto, inizialmente a grandi folle poiché la distruzione della prima tenda aveva attirato una grande pubblicità.
Ma il 20 marzo del mattino, un altro disastro si è abbattuto su questo circo decisamente maledetto. Apparentemente, mentre si esercitava sul ring, mentre si esercitava l’equitazione di Carolis, è scoppiato un incendio nell’alloggio di George Baker, l’assistente di Togare. In preda al panico, Baker buttò fuori la stufa Primus che aveva appiccato il fuoco; era accesa e in pochi secondi il fuoco ha colpito il muro della tenda principale e l’ha rapidamente distrutta. Carmo, riposato a casa sua dopo il trauma della catastrofe della neve, si precipitò a Birmingham per trovare l’intero tendone distrutto. Sebbene non ci siano state perdite di vite umane, alcuni animali dello spettacolo hanno sofferto.
Il valoroso Togare ha fatto uno splendido lavoro tirando fuori i carri dei leoni da una tenda in fiamme e mettendo in relativa sicurezza gli animali gravemente ustionati. Togare ei suoi assistenti hanno lavorato giorno e notte per salvare la vita degli animali, mettendo uova crude e olio d’oliva sulle loro ferite. L’ispettore locale della RSPCA ha lodato l’azione galante di Togare e ha ricevuto premi dalla Camera di commercio di Birmingham e dalla Society of Our Dumb Friends’ League. Anche la maggior parte degli animali dello spettacolo, cavalli, cammelli ed elefanti, sono stati salvati.
In seguito all’incendio di Birmingham, si è detto che dopo aver fatto tutto il possibile, Carmo è crollato e ha trascorso alcuni giorni a letto in un albergo. Aveva perso una fortuna; o era assicurato in modo inadeguato o, più probabilmente, non aveva alcuna copertura assicurativa. Tuttavia mantenne l’intera compagnia sullo stipendio, riorganizzando lo spettacolo, e riprese le esibizioni al West Bromwich Skating Rink entro il 27 marzo. Tuttavia, le sue responsabilità erano troppo grandi e il suo sogno di gestire un grande circo di tende era finito. Il Grande Carmo è tornato al suo spettacolo teatrale magico, Magical Moments .
Eppure Harry Carmo non ha abbandonato del tutto il circo. Nell’inverno del 1930-31, il Colossal Circus di Carmo fu messo in scena all’Hippodrome Theatre di Newcastle-Upon-Tyne come attrazione di Natale e Capodanno . Il programma elencava come direttori dell’impresa FA Lumley (che era di Edimburgo), presidente e Harry Carmo e George Sax come amministratori delegati, insieme a JR Cookson, R. Rutter, Stanley Pickford e M. Davis. Robert G. Wakeman è stato direttore generale, ospite di WT, direttore della pubblicità e Abe Holloway direttore del circo e direttore equestre.
A quanto pare, Carmo è entrato in qualche tipo di associazione con Lumley e i suoi soci. Il programma includeva ancora i Bentos, Togare ei suoi leoni, Emmerich Ankner con i cavalli, e il persico degli Hansen, oltre a nuove attrazioni come le Scott Girls , cavalieri senza sella; i Cinque Montatori, equilibristi; Montana Frank e Louie , manipolatori di fruste e funi; Il Ladringlos , scala aerea girevole; i St. Moritz Skaters , una coppia di pattinatori il cui partner maschile si diceva avesse allenato Charlie Chaplin nel pattinaggio; e George Durant’s sospensione sul filo. (Durant era il fratello di Jimmy Nervo, un celebre comico che ha guadagnato fama come parte del duo comico Nervo & Knox, entrambi i quali sono stati in seguito membri del leggendario gruppo comico Crazy Gang.)
Togare si congratula dopo l’incendio di Birmingham (1930)
Gran parte del bestiame del Circo di Carmo fu smaltito per aiutare ad alleviare alcuni dei considerevoli debiti di Carmo, che lo avrebbero afflitto per il resto della sua vita. Il suo impressionante gruppo di leoni è stato diviso e gli animali sono stati venduti a vari zoo e circhi. Togare si separò e continuò la sua brillante carriera, creando un nuovo gruppo con un gruppo di dieci leoni del Circus Starssburger .
Harry Carmo e i suoi nuovi soci avevano formato una società a responsabilità limitata, The Great Carmo Circus Ltd., e durante l’estate del 1931 allestirono il Colossal Circus di Carmo sotto una tenda a South Shore, Blackpool. L’ungherese Alexander (Sandor) Könyöt, della famosa famiglia equestre alleata delle grandi dinastie circensi ebraiche Blumenfeld e Goldkette , era indicato nel programma come Sovrintendente Generale delle Tende (Tentmaster lo avremmo chiamato). Il figlio della defunta moglie di Harry Carmo, Alma, era il direttore (dopo aver lasciato la scuola, era stato assegnato a un banditore e agente immobiliare a Wakefield); la maggior parte pensava che fosse il figlio di Harry, ed era popolarmente conosciuto nel circo come “Young Harry”.
Lo spettacolo, allestito alla periferia di Blackpool, ha visto la partecipazione di Alfred Kaden e dei suoi leoni; lo spettacolo aereo di Ernest Milton ; Emmerich Ankner con la mostra dei cavalli; le Hugony Sisters , tumbler; Montana Frank e Louie; la Scott Riding Troupe, composta da madre, padre, due figlie e il giovane Arthur Scott; i pattinatori di St. Moritz; i Ladringlos e la loro scala girevole; la commedia di Speedy Yelding ; L’ atto di equitazione di Yeldings ; e la recitazione musicale e fischiettante di Harry Coady. Sebbene il programma fosse indubbiamente attraente, non reggeva concorrenza all’affermato e famoso Blackpool Tower Circus , e gli affari continuarono a contribuire alle crescenti perdite di Harry.
Più tardi, nell’Ottobre 1931, Carmo’s Circus fu presentato per una breve stagione sul palcoscenico dell’enorme Dominion Theatre di Londra, sotto la direzione di FA Lumley, con Emmerich Ankner come direttore equestre e RG Wakeman come direttore generale. Il cartellone del circo era caratterizzato dall’esibizione a cavallo di Mona Connor; i fratelli De Suter, clown musicali; Mme Heraldos e i suoi leoni marini; liceo e dei cavalli liberty in tre esibizioni del capitano Ankner; la Compagnia Engandina , trampolino di lancio acrobati; i cani collie di Duncan ; il trio di fantini ungheresi , il Sandor KarolyFratelli; e i clown Toto Brasso e i fratelli Zola. La tariffa del circo è stata presentata tre volte al giorno, in concomitanza con il film del teatro, Palmy Days , con Eddie Cantor interpretato da Eddie Cantor (ed è stato presentato solo due volte al giorno). I cavalli erano stanziati nell’atrio di questo bel teatro, e a quanto pare facevano una bella mostra gratuita per il pubblico entrando.
Nel 1932, Harry Carmo ebbe più sfortuna con il suo spettacolo di Magia a Parigi, teatro di precedenti trionfi; questa volta, il fidanzamento era stato un fallimento. Tornato in Inghilterra, scoprì che la crescente crisi del mondo del teatro di varietà aveva influito anche sulla sua attività. Nel 1933 dovette disfarsi dei suoi beni; i cavalli erano già andati al Blackpool Tower Circus, dove Emmerich Ankner li ha presentati per un paio di stagioni. Carmo Manor, la sua fattoria a Shirley, era pesantemente ipotecata e doveva essere venduta.
Rita Rogers, che era ancora con lo spettacolo di magia Carmo ed era diventata la sua stretta compagna, gli suggerì di affittare una casa di campagna vicino alla casa della sua famiglia a Stanford-Le-Hope, nell’Essex. La nuova casa aveva un terreno sufficiente per ospitare gli animali rimanenti e annessi per riporre gli oggetti magici e lo scenario. Carmo ha continuato a girare il suo grande spettacolo di magia con un cast ridotto e una collezione di animali, e ha anche messo in scena alcuni spettacoli secondari nelle località balneari per fare soldi extra.
Un tentativo di fare un tour di uno spettacolo di magia in un teatro portatile con l’ex famoso illusionista David Devant come “compagno di sonno” si è rivelato un altro perdente. Nel 1935, con lo showman Tom Norman, Harry giocò ai grandi luna park (Nottingham, Mitcham, ecc.) con uno spettacolo itinerante, le sue grandi illusioni ridotte ad apparire in un ambiente relativamente umile, con Carmo e la sua fedele Rita che li presentavano . Con successo variabile, hanno anche lavorato nei teatri di varietà in rapida estinzione.
Il Great Carmo Circus ha fatto la sua ultima apparizione nella stagione estiva del 1937. Per questa impresa, Harry Carmo ha collaborato con un giovane giornalista e amante del circo, Ray Stott. Stott, il cui nome completo era Raymond Toole-Stott (1904-1982), divenne in seguito famoso come il compilatore dedicato della più notevole bibliografia circense, Circus and Allied Arts , che arrivò a cinque volumi e iniziò la pubblicazione nel 1958, l’ultimo volume essendo pubblicato nel 1992, dieci anni dopo la morte di Stott. Toole-Stott ha anche compilato A Bibliography of English Conjuring , in due volumi nel 1976 e nel 1978, e una bibliografia delle opere di W. Somerset Maugham. Membro del Magic Circle in Inghilterra, Ray Stott è stato anche un tempo addetto stampa per il Bertram Mills Circus.
Nel 1936, Stott aveva organizzato un piccolo circo itinerante sotto il titolo di Ray Stott’s Circus con quattro soci, WE Bousfield, DW Warnford-Davis, B. Stewart e J. Trevor. Douglas Cooke , che proveniva da una famosa famiglia circense in Inghilterra, era stato il direttore equestre, e la modesta banda di artisti includeva Young Cyclone e Pam, con un atto di corda e frusta; Douglas Cooke con i ” cavalli della libertà di Sumatra” di Stott e un pony; i clown Sam Andy, Bobino e Hendrik; i Four Wonder Wheelers in un atto di ciclismo; Leslie d’Aquilla con una troupe di cavalli grigi e una recita di cani e pony; Gli Atlantics su un palo di bambù oscillante; zebra in controtendenza “Nina”; e i Sette Fredyson in un atto di trampolino di lancio. Lulu Craston, la signora clown britannica (e figlia del famoso clown Joe Craston), era anche con lo spettacolo. L’atto più notevole in questo programma devono essere stati i famosi scimpanzé di Hollywood , Max, Moritz e Akka, presentati da Ruben Castang, un celebre addestratore di animali della scuola Hagenbeck : gli scimpanzé avevano acquisito fama apparendo nei film americani per otto anni, e Castang era conosciuto a Hollywood come “The Wild Animal Man”.
La nuova macchina di Stott-Carmo fece il suo debutto a Maidstone, nel Kent, nel luglio 1937. Fu descritta come un circo senza presunzione ma ben realizzato, che fece il giro delle piccole città del Devon e della Cornovaglia e che, ancora una volta, fece pochi soldi. Ellis Cooke era il direttore del circo e ha anche presentato un numero di cani e pony, e lo spettacolo si è vantato di “L’arca degli animali di Noè”, qualcosa di piuttosto modesto, senza dubbio. Nel programma c’erano Irene, wire act; Speedy Yelding, clown e cabarettista comico; Isabelle, ballerina a cavallo; Eno & Arno , commedia; Vic Lane & Partner , atto aereo; “Reggie, il cavallo intelligente”; René, cavaliere del volteggio; Tommy Bartlett con “Rosie, the Wonder Elephant”; The Starlights , recitazione del selvaggio West; e i pagliacciTony Goodall e George Freeman .
Degna di nota è stata l’inclusione dello stesso The Great Carmo, la prima e unica volta che il grande Mago è apparso in un circo che porta il suo nome. Nella prima delle quattro apparizioni, ha presentato The Glass Trunk , The Illusive Cannonball e The Crystal Treasure Chest ; in seguito ha portato “Una mistificante mostra di magia cinese”, ed è tornato con il Cocktail Bar di Carmo , con la sua famosa illusione di Magic Kettle . Nella parte finale dello spettacolo, ha presentato la sua celebre illusione del leone che scompare.
La pubblicità di quell’ultima stagione pubblicizzava ancora i personaggi famosi che avevano patrocinato il Grande Circo Carmo nei suoi giorni più gloriosi; includevano Lord e Lady Birkenhead, Dame Laura Knight, Lady Cunard, Sir Thomas Beecham, Lady Diana Duff Cooper, Sir Philip Sassoon, Lady Eleanor Smith, Lady Pamela Smith e Lady Duff Gordon.
Al momento del suo ultimo coinvolgimento in un circo, Carmo si era trasferito di nuovo a casa, a Pebmarsh nell’Essex. Come aveva fatto dopo la morte di Alma Cameron, la madre di Rita Rogers teneva la casa.
Nel 1938, Carmo tenne una piccola mostra alla Glasgow Empire Exhibition e nel 1939 tornò a lavorare alla fiera, per Pat Collins a Great Yarmouth. Quando scoppiò la seconda guerra mondiale, Carmo si ritirò a Pebmarsh, ma nel 1941 lui e Rita si unirono all’ENSA (Entertainment National Service Association), l’organizzazione di intrattenimento delle forze armate, con una rivista magica intitolata Hey Preston , costruita attorno al talento di Carmo. L’anno successivo è in tournée con uno spettacolo di varietà visitando i campi delle forze armate, gli aeroporti e le basi, di cui è anche Capo Unità.
Rita Rogers è rimasta fedele a Harry Carmo e alle sue imprese per tutti quegli anni, e si crede che Alma morente gli avesse chiesto la promessa di non risposarsi. Ma Harry e Rita alla fine si sposarono il 20 Ottobre 1943 a Fort William. Stavano lavorando in Irlanda quando Harry sorprese Rita davanti a una gioielleria proponendole; avevano lavorato insieme per una ventina d’anni.
Meno di un anno dopo il loro matrimonio tardivo, Harry Carmo soffrì di un’emorragia cerebrale e fu ricoverato d’urgenza in ospedale, dove morì il 1 Agosto 1944. Fu sepolto nel cimitero di Pebmarsh; Rita, sua madre e suo fratello minore Ken, che ultimamente aveva lavorato nel backstage con lo spettacolo di Magia e il circo, erano gli unici a piangere.
Con pochi soldi rimasti, ma con la determinazione di continuare l’eredità del Carmo, Rita ha preso i trucchi di magia più piccoli che aveva eseguito per creare un atto magico per se stessa. Ha lavorato con l’ENSA fino alla fine della guerra, acquisendo la fiducia e l’esperienza necessarie. Quindi uscì con il suo numero magico come “La Petite Carmo” , lavorando spettacoli di varietà con buon successo fino al 1951; la maggior parte delle persone pensava che fosse la figlia e persino la nipote di Carmo. Ha lasciato il palco quando suo fratello si è ammalato e si è stabilita in un villaggio vicino a Cambridge. Ken morì nel 1972, e Rita più tardi, negli anni ’80, concludendo così la saga di The Great Carmo.
Nel giugno 2000, i membri del Magic Circle hanno trovato il cimitero di Pebmarsh e la tomba anonima in cui Harry Cameron era rimasto per cinquantasei anni. Avevano raccolto fondi per erigere una pietra in memoria di questo grande personaggio del mondo dello spettacolo. Furono indirizzati nel luogo in cui Carmo riposava da una vecchia signora che aveva abitato all’ombra del cimitero fin dalla sua infanzia. Ricordava il leone di Carmo, Roger, che ruggiva di notte nell’aria immobile, e aggiungeva: “Ci sono notti in cui mi sembra che il leone ruggisca ancora!”…..

Giuseppe De Vincenti

Prestigiatore ed esperto in Close Up Magic, in arte Vincent. Da oltre 30 anni e più nel mondo della magia, con diverse pubblicazioni e tour conferenze in Italia e all'estero. Perno portante dell'Università Magica Internazionale "Damaso Fernandez"

Articoli recenti

Categorie

Archivi

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This