0 Elementi

Joseph Pinetti Willedall de Merci

da | 5 Gen 2022 | Biografie | 0 commenti

ragazza unicorno gonfiabile mare verde
Oggi vi parlo di….Joseph Pinetti Willedall de Merci al secolo Giovanni Giuseppe Pinetti.
Giovanni Giuseppe Pinetti alias Joseph Pinetti Willedall de Merci, nasce nel 1750 a Orbetello in Italia. Conosciuto in Francia come Chevalier Joseph Pinetti nacque a Orbetello (in Toscana , Italia ) e probabilmente morì in Russia . Era conosciuto come Il Professore di Magia Naturale ed era un personaggio complesso e sgargiante. Si esibì nell’ultima parte del XVIII secolo ed era il Mago più celebrato del suo tempo. Fu il primo Mago ad approfittare della pubblicità per il teatro.
Mago della corte di Luigi XVI e poi sotto il Direttorio e Primo Impero , autore dei divertimenti fisici (1784), contribuì ad espandere l’arte Magica e creò anche nuovi effetti. A quel tempo, i Maghi si esibivano per le strade come ambulanti. Mentre altri interpreti portavano la loro attrezzatura in borse legate intorno alla vita e portavano i loro tavoli sotto il braccio, Pinetti portava in teatro i suoi esperimenti, come li chiamava. I suoi predecessori si esibivano con gadget in ottone e latta, mentre quelli di Pinetti erano in oro e argento. Nel suo gabinetto delle curiosità, ha affermato che i suoi trucchi erano basati su principi controllati e li presentava come esperimenti scientifici. Era un uomo basso e grassoccio il cui comportamento era quello di un re. Durante ogni spettacolo cambiava i suoi vestiti ricamati d’oro tre o quattro volte durante la serata. Era un professore a Roma prima di diventare un Mago professionista. Ha fatto trucchi per i suoi studenti e li ha presentati come dimostrazione di fisica. Aveva così tanto successo che presto riprodusse quelle dimostrazioni per i suoi amici che lo incoraggiarono a farlo per il pubblico. Nel 1780, Pinetti si esibiva in Germania e si autodefiniva Joseph Pinetti, professore romano di matematica .
Ha fatto tali trucchi con il nome impressionante di Teofrasto Paracelso . Pinetti sospese un piccione con un nastro che gli era legato al collo. L’ombra dell’uccello è stata proiettata sul muro. Prese un coltello e tagliò l’immagine ombra del collo dell’uccello e in pochi secondi fu decapitato.
Il professor Pinetti si esibiva frequentemente nel suo teatro des Menus Plaisirs du Roi, nei sobborghi di Parigi. La sua scenografia era gloriosa e allo stesso tempo semplice. Aveva tende di seta intorno al palco, tavoli dipinti d’oro e due lampadari di cristallo appesi dall’alto. In Francia, i critici hanno affermato che il pubblico della serata di apertura di Pinetti era numeroso. Hanno continuato a parlare dei ventitré esperimenti che il professore ha dimostrato. Anche se conosceva solo poche parole in francese, non aveva problemi ad affascinare il distinto pubblico. Ben presto divenne il parlare di Parigi. Tanto che il re gli ordinò di fare uno spettacolo privato per lui.
Durante la sua corsa a Parigi, i posti erano un premio prenotati con settimane di anticipo. Il professor Pinetti stava cavalcando questa cresta di fama fino a quando, all’inizio di marzo 1784, fu pubblicato un libro che rivelava tutti i suoi esperimenti come semplici trucchi. “La Magic Blanche Dévoilée” (Magia naturale rivelata ) è stata scritta da un avvocato e studente di fisica di nome Henri Decremps . Anche se il nome di Pinetti non veniva menzionato, si presumeva che il libro fosse una rivelazione sui suoi metodi. È diventato rapidamente un best seller.
Anche se non tutti i trucchi sono stati spiegati correttamente, il danno è stato fatto. La partecipazione al teatro è diminuita. Il libro ha rovinato la suspense che gli esperimenti hanno portato. A Giugno, Pinetti ha pubblicato il suo libro “Amusements Physiques” (Physical Amusements). Questa non era la denuncia scritta da Decremps, ma un libro di istruzioni che insegnava come “divertire un’azienda”. Poi andò alla Provvidenza e provò un nuovo programma. Da lì si recò in Inghilterra e presentò i suoi esperimenti al New Theatre di Londra. In seguito si esibì per il re Giorgio III e la famiglia reale. Mentre era a Londra (dal Settembre 1784 al febbraio 1785) rivaleggiava duramente con un altro noto prestigiatore, Philip Breslaw.
Tornò a Parigi, ma il suo tour fu accorciato quando un altro libro fu pubblicato da Decremps che mostrava i nuovi trucchi di Pinetti. Decremps ha tentato di esibirsi come Mago, ma non era così abile sul palco come nei suoi libri.
Il professor Pinetti è stato menzionato nelle memorie di Robert-Houdin . Ha raccontato una storia fantastica sul suo mentore Torrini, a/k/a conte Edmond de Grisy confronto con Pinetti. Affermò che Pinetti era geloso del nuovo arrivato de Grisy e organizzò uno spettacolo per sabotarlo. Dopo l’umiliazione, de Grisy imparò così bene il mestiere che le sue abilità superarono quelle del rivale. Tanto che Pinetti fu costretto a lasciare la Francia. Era dubbio che ci fosse mai stato un conte Edmond de Grisy o se fosse mai stato un avversario di Pinetti.
Il professor Pinetti era noto per la quantità di denaro che ha guadagnato durante la sua carriera e per sfoggiarla ovunque andasse. Ha continuato il suo tour in Portogallo e in tutta Europa. È stato a Berlino che il suo sfoggio si è ritorto contro di lui. Mentre si esibiva in Prussia , arrivò nella capitale Berlino in una carrozza trainata da quattro cavalli bianchi. Era vestito da nobile di altissimo rango. Il suo petto era coperto di ordini cavallereschi. Con tutto questo impettito, non c’era dubbio che fosse l’argomento di conversazione della città.
Il re di Prussia , noto come Federico il Grande, passeggiava in una carrozza molto più semplice trainata da soli due cavalli. Vide la sua guardia salutare un uomo che non aveva mai visto prima. Dopo alcune indagini, gli fu detto che si trattava del mago professor Pinetti. Quando Federico il Grande se ne accorse, si arrabbiò così tanto che ordinò a Pinetti di lasciare Berlino entro ventiquattr’ore. Disse che Berlino non era abbastanza grande per due monarchi regnanti; il re di Prussia e il re dei prestigiatori.
Pinetti andò in Russia in seguito e fu trattato meglio dal loro monarca regnante. Lo zar rimase così colpito dagli esperimenti di Pinetti che regalò al professore un grande anello e un medaglione tempestato di diamanti. Mentre era in Russia ha fatto fortuna, ma ha perso la maggior parte di essa in un cattivo investimento in una partnership nelle ascensioni in mongolfiera. [
Robert-Houdin afferma che Pinetti soffriva di una lunga e crudele malattia. Con tutte le sue ricchezze, fu ridotto in povertà. Fu accolto da un nobile della città di Berdichev in Volynia (l’odierna Ucraina ). Il nobile gli diede rifugio per compassione del moribondo. Pinetti morì presto della sua malattia, correva l’anno 1805….

Giuseppe Falanga

Vice Presidente dell'Università Magica Internazionale "Damaso Fernandez" e Social Manager per l'UMI. giuseppefalanga@umiproject.it | falangagi@gmail.com | +39 335 134 0929

Ti potrebbero interessare:

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This