Seleziona una pagina
Corsi

 TIGRE NERA

PERCHE` SCEGLIERE IL TIGRE NERA TEAM

IL CONSIGLIO DEL MAESTRO ANTONIO DI SALVO,

a quanti si accingono alla pratica di un “arte marziale”, ed in particolare ai genitori che intendono avviarvi i propri bambini al kung fu è di verificare che la scuola prescelta abbia la seguenti caratteristiche:

– La disciplina sia stata acquisita attraverso l`insegnamento di un Maestro riconosciuto: il fai da te nelle arti marziali è pericoloso sia per il corpo che per la mente.

– La disciplina proposta sia stata praticata, profondamente e costantemente, per lungo tempo: nelle arti marziali presto e bene non si conciliano.

– La scuola deve essere affiliata ad una organizzazione nazionale riconosciuta in campo internazionale e diffusa su tutto il territorio: il confronto con gli altri praticanti è indispensabile per progredire e conoscere.

– La scuola deve avere degli obbiettivi a lungo termine per portare il praticante ad alti livelli e non solamente a risultati immediati ed effimeri: le arti marziali si praticano per lungo tempo.

 

GRAND MASTER ANTONIO DI SALVO

-ATTESTATI E RICONOSCIMENTI:

– Campione del Mondo di Kung Fu W.T.K.A. categoria Maestri 2007 a Marina di Carrara
– Fondatore della Scuola “TIGRE NERA TEAM”
– Presidente dell’Associazione Sportiva Dilettantistica I.M.A.K.A.
– Maestro Fondatore e Caposcuola Kung Fu DONG WU XUE

– Founder Master di KOMBAT SILAT – sistema di difesa personale Chino/Indonesiano
– Responsabile Tecnico Nazionale Kung Fu W.F.C. (World Figheter Council Italia)
– Coordinatore Responsabile Nazionale W.F.C. di Difesa Personale

– Pendekar di Silat Harimau Singgalang
– Diploma di Maestro Caposcuola dello stile DONG WU XUE: PWKA – W.F.C. – W.T.K.A
– Diploma di Maestro Silat Harimau rilasciato da W.F.C. 2011
– Diploma di Founder Master di Kombat Silat rilasciato dal W.F.C. 2014
– Diploma di Maestro Shaolin Kung Fu rilasciato da PWKA 2004

– Diploma di Maestro di Tai Chi rilasciato da W.F.C. e dall`Ente SPORT PADANIA 2008
– Diploma di Maestro Caposcuola DONG WU XUE rilasciato Ente SPORT PADANIA 2006
– Diploma di Istruttore Sanda rilasciato da FEDERCOMBAT, aprile 2000
– Diploma di Istruttore di Kung Fu – Guang Ban Tang Lang, 2009

Stili

SILAT HARIMAU

Il Silat Harimau appartiene all’ampia cerchia del Pentjak Silat, ed è un`arte marziale creata ed usata dal popolo indonesiano durante la tentata conquista da parte degli olandesi. Imprevedibile, fluida e potente nei movimenti; micidiale e determinata nei suoi attacchi, la tigre ha sviluppato i valori più alti dell`arte marziale.

Ritenuto uno dei più pericolosi se non il più pericoloso sistema di combattimento, lo stile Harimau gode di grande rispetto nei cultori del mondo Silat, anche perchè un maestro di questa meravigliosa disciplina fa esplodere una potente energia primordiale legata alla natura da cui provengono i suoi insegnamenti.

Nel Silat Harimau si assumono spesso posizioni di guardia apparentemente contorte, difficili da apprendere, ma che una volta diventate abituali permettono l`esecuzione di colpi rapidi e potenti. Tipica è la posizione accovacciata, stabile quando si è a piedi nudi nella foresta umida e scivolosa, a cui spesso viene abbinato l`uso del caratteristico coltello (karambit) usato su linee basse per tagliare i tendini degli arti inferiori, rendendo l`avversario inoffensivo.

Nel nostro corso si studia esclusivamente la parte marziale da combattimento, e non prendiamo solo come riferimento lo stile puro della Tigre, ma anche lo studio di altri 3 animali: Scimmia, Serpente e il Coccodrillo.

– TIGRE: la tigre indonesiana ha come caratteristica nei suoi movimenti di portare a terra il proprio avversario. Le mosse sono sorprendenti e in molti casi mortali, i professionisti dello Stile Tigre riescono a passare rapidamente dalle posizioni a terra a quelle in piedi o viceversa, con movimenti di strappo, spazzate, forbici, gomitate e ginocchiate e ampia varietà di rotolamenti. La tigre usa le mani aperte con le dita estese ad artiglio o a strappare, ma ampio risalto è lo studio ai punti vitali. Il metodo è quello di colpire con il palmo verso il bersaglio per poi afferrarlo e tirarlo.

– La SCIMMIA: la scimmia indonesiana utilizza posizioni a terra, movimenti acrobatici, parate, afferrare, battere i pugni, strisciare, movimenti bassi e salti e capriole con il suo set di energia giocosa. Anche le basi per le mosse pesanti efficaci della scimmia potenti, spesso si alternano con le sue buffonate pazze e addirittura in molti frangenti si trovano movimenti e applicazioni della scimmia ubriaca. La scimmia la si nota dal suo ginocchio piegato, dalle posizioni a gamba larga, movimenti delle braccia che sono circolari, con parate a mano aperta. Movimenti del corpo difensivi sono effettuate di lato a lato e in avanti e indietro con schivate dei movimenti della testa e del corpo che spesso rotolano sul terreno quando è necessario.

– Il SERPENTE: il serpente indonesiano è riconosciuto dalla posizioni in piedi e l`altezza di medio corpo. Gomito a gomito la distanza è mantenuta vicino al corpo per proteggere il tronco da un infortunio.
Il serpente, in generale, è veloce come dei fulmini multipli che si scagliano da qualsiasi posizione, movimenti a spirale e a corto raggio di azione lo rendono uno degli animalòi più temibili. Il serpente è imprevedibile e spesso usa le finte delle braccia. Questo inganno è compiuto avendo il braccio o una gamba rilassati. In questo modo la stessa arma può colpire bersagli multipli, senza il ritiro e gli sciocchi spesso si confonde l`avversario e nella maggior parte dei casi diventa… un bersaglio che sta per essere colpito.

Il COCCODRILLO: verrà studiato uno dei sottosistemi di silat tradizionale raramente insegnato a causa dei suoi effetti devastanti. Diversamente da altre arti di lotta, nel corso non saranno insegnate tecniche di submission, ma verrà insegnato come rompere, strappare, soffocare e usare un coltello a terra. In assoluto la lotta del coccodrillo è tra le più temute e terrificanti sistemi di difesa.

PROGRAMMA TECNICO GENERALE – SILAT HARIMAU

– ginnastica preparatoria al suolo

– forme o jurus dell`harimau

– attacchi e difese con i gomiti e le ginocchia

– sequenze e applicazioni

– proiezioni arti inferiori

– il lavoro tigre sul viso da tutte le angolazioni

– leve articolari superiori e rottura dell`arto

– leve articolari inferiori e rottura dell`arto

– strangolamento e soffocamento

– il gioco delle 2 tigri (lotta a terra in coppia)

– la danza interna della tigre

– sarong e karambit

– difesa personale della tigre feroce

– disarmi e applicazioni contro coltello

Per info potete contattare  328.2318357

TAIJI XIN

Il Taiji Xin del Maestro Di Salvo è un Taiji di profonde sensazioni che rafforza il fisico attraverso movimenti non faticosi, che aiutano a trovare la calma interiore, il rilassamento profondo e svilup-pano l`energia e la forza fisica.

Il Taiji Xin, come è praticato oggi in occidente, viene pensato come una forma in movimento di yoga e meditazione insieme. Molti di questi movimenti sono originariamente derivate dalle arti marziali, dai movimenti naturali di animali e uccelli, anche se il modo in cui vengono eseguite nel Taiji Xin va fatto molto lentamente, dolcemente e con grazia, con transizioni fluide tra di loro.

Uno degli obiettivi dichiarati del Taiji Xin è quello di promuovere la circolazione di questo `Chi` all`interno del corpo, la convinzione è che, così facendo, la salute e la vitalità della persona miglio-rano notevolmente. Questo `Chi` circola nei modelli che sono vicini correlati al sistema nervoso e vascolare, e quindi il concetto è strettamente connesso con quella della pratica di agopuntura e di altre arti curative orientali.

Imparare a fare correttamente fornisce una via pratica per imparare cose come l`equilibrio, l`allineamento…al fine di stabilire nel proprio cerpo un perfetto controllo motorio, il ritmo del mo-vimento, la genesi del movimento dal centro vitale del corpo, e così via. Il Taiji Xin è un modo per mantenersi in forma fisica, sviluppare la coscienza di sè ed apprendere alcune efficaci forme di au-todifesa.

WUDANG : Il Tai Chi raffinato dei monti Wudang. In esso vi sono racchiusi movimenti di Pa Kua e Hsing I combinati con quelli Yin e Yang. Questo stile si caratterizza per la grande varietà dei mo-vimenti, con posizioni a volte alte e a volte bassissime, a seconda che la parte che si muove sia la Gru che il Serpente. La forma di questo stile è un insieme di varie tecniche derivate dalle pratiche sviluppate dai monaci taoisti.

CHEN : In questo stile i movimenti seguono spirali molto strette e le posizioni sono ampie: in alcuni movimenti si hanno degli scatti e delle esplosioni che in altri tipi di Tai Chi sono stati eliminati. Per queste sue caratteristiche è adatto ai più giovani e per tutti quelli che cercano nel Tai Chi l`aspetto marziale; infatti, è la forma più completa per l`utilizzo in combattimento.

YANG : E` il Tai Chi più diffuso al mondo; per la sua caratteristica di movimento lento e continuo è adatto a tutti, giovani e anziani, ed è relativamente facile da apprendere. Caratteristiche principali sono: grande stabilità, continuità dei movimenti come fossero onde dell`oceano e morbidezza delle tecniche.

PROGRAMMA TECNICO GENERALE – TAIJI XIN

RIGUARDO LA NOSTRA SALUTE.
Da molti anni mi sono preso l’impegno di approfondire, praticare e divulgare una disciplina salutistica/marziale nella quale credo fermamente: il TAIJI XIN. Non lo faccio per necessità, né per lucro e neanche per interesse personale, ma mi piace farlo nella maniera più seria e… “professionale” possibile.

Fondamentalmente mi impegno a diffondere il Taiji Xin (la via del cuore) per passione, ma anche perché considero questa mia disciplina come un bene prezioso da condividere col maggior numero di persone.

Proprio in quest’ottica organizzerò manifestazioni, anche gratuite, tese a veicolare un messaggio che è anche una testimonianza: il Taiji Xin ha dato una svolta alla mia vita, ha migliorato il mio stato di salute e il mio stile di vita, mi ha permesso di vivere la quotidianità in maniera più serena e gioiosa.

Rispetto i Taiji tradizionali, il Taiji Xin lavora in maniera più consistente nella parte applicativa della difesa personale (visto che inizialmente il Taiji era nato soprattutto per quello) e dedica anche ampio spazio al Qi Gong dei 9 animali: gru, tigre, serpente, drago, aquila, cervo, scimmia, tartaruga e orso.

Ogni movimento di questi animali ha una sua propria caratteristica peculiare, e l`armonia, l`eleganza, la scioltezza articolare che regalano al nostro corpo sono.. unici!

– BA SHI – TAI CHI YANG – (8 PASSI)

– FORMA DELLA GRANDE LUNA

– FORMA DEL BASTONE

– FORMA DELLA SPADA

– FORMA DEL MAESTOSO DRAGONE E SINUOSO SERPENTE

– L`ALCHIMIA DEI 2 POLI (10 SEQUENZE)

– I 5 ELEMENTI CON LE 20 DISTRUZIONI

– ASSORBIRE E ONDEGGIARE (COMBATTIMENTO PRESTABILITO)

– QI GONG DEI 9 ANIMALI (2 SEQUENZE PER OGNI ANIMALE)

– STUDIO BASE SUL PA KUA (PALMO 8 TRIGRAMMI)

– FORMA SHAOLIN PUGNO DI DIAMANTE – JIN GANG QUAN

– QI GONG TIBETANO – LA POTENZA DEL DRAGO

Per info potete contattare il numero 328.2318357

QI GONG

QI GONG – L`ENERGIA SALUTARE DEI 10 ANIMALI

Il Qi Gong (coltivare l`energia) o Ki Kung ha origini plurimillenarie. Si hanno testimonianze di pratiche di respirazione associate a danze e movimenti curativi già da 1000 anni AC. Sono vari i nomi attribuiti a questa arte: Daoyin, Duna, Xingqi ecc. Nasce dai principi della medicina cinese e dell`agopuntura come metodo di auto guarigione e mantenimento della salute.

Al giorno d`oggi il Qi Gong è praticato da milioni di cinesi di tutte le età per strada e nei parchi, come metodo di rilassamento e ginnastica terapeutica. E` molto praticato anche in occidente, spesso associato ad arti marziali interne.

LA TECNICA

Il qi Gong è principalmente l`arte di prendere energia tramite il respiro e accumularla nell`organismo. Il controllo del respiro (se ne sono codificati più di 200 tipi diversi) e il controllo del fluire dell`energia interna tramite l`uso della mente sono le 2 pratiche del Qi Gong, assieme ad una lenta attivita fisica, un movimento studiato per sciogliere le articolazioni e agevolare lo scorrimento del sangue e dell`energia interna.

Sono indubbi molti effetti benefici derivanti dalla pratica costante del Qi Gong, tra cui riduzione dell`ipertensione, riduzione di problemi artritici, asmatici, circolatori. Ma il Qi Gong cerca cose molto più profonde, legate al Taoismo esoterico. L`energia, la sua gestione e immagazinamento, il controllo dello spirito, la conservazione della giovinezza.

Gli esercizi di Qi Gong sono semplici, possono essere eseguiti da chiunque, e principalmente richiedono solo una buona dose di concentrazione su se stessi. Ve ne sono di statici e in movimento.

IL NOSTRO QI GONG DEI 10 ANIMALI

Il più antico programma di esercizi scritti per la medicina preventiva.
Le sequenze e le respirazioni che si studiano nel nostro programma comprendono movimenti che imitano bel 10 animali: Gru, Orso, Scimmia, Cervo, Tigre, Serpente, Drago, Cervo, Tartaruga e Aquila.

Questa è una perfetta introduzione al Tai Chi. Con i movimenti lenti degli animali, si impara a spostare e posizionare il nostro corpo per aumentare il nostro equilibrio e il benessere e viene utilizzato per fornire un percorso di mediazione attraverso il controllo del respiro.

In questo stesso modo, con il controllo del respiro, si impara a rilassarsi e raggiungere un senso di benessere. Breve facile da imparare, può essere adattato a qualsiasi sfida fisica.

GRU : sviluppare l`equilibrio, leggerezza e agilità. La Gru si raffredda e rilassa tutto il corpo, riequilibra il cuore di energia, si estende dolcemente su tutti i legamenti e rilascia la spina dorsale.

ORSO : sviluppare il potere radicato. L`Orso crea una maggiore forza delle gambe, fortifica le ossa e sviluppa l`energia nei reni, la vostra fonte fondamentale di vitalità.

SCIMMIA : sviluppare elasticità e agilità. Diventa di rapida comprensione, vigile e agile.

CERVO : sviluppa la grazia e il relax. Il Cervo dà un lungo tratto per le gambe e della colonna vertebrale, crea l`apertura dei meridiani e li apre, movimento espansivo con i tendini che risultano nel tempo molto flessibile e rafforza l`esercizio le ossa.

TIGRE : per sviluppare la forza muscolare. La tigre rafforza i tendini, i fianchi e reni e costruisce il potere interno.. ecc..

Per info potete contattare il numero 328.2318357

KUNG FU - DONG WU XUE

KUNG FU – DONG WU XUE (LA LOTTA DEGLI ANIMALI)

E` lo stile di Kung Fu Cinese creato dal Maestro Di Salvo e riconosciuto da tutte le più importanti Federazioni ed Enti di Promozione Sportiva. L`unico stile in Italia che si basa esclusivamente dell`imitazione e della lotta di fifesa di ben 10 animali:
tigre, serpente, cervo, scimmia, mantide, gru, drago, pantera, leopardo e aquila.

Le 3 caratteristiche fondamentali del Kung Fu – Dong Wu Xue sono:

– Stile imitativo, basato sullo studio peculiare degli animali: agilità, spirito, istinto e forza
– Stile essenziale, finalizzato esclusivamente al combattimento reale
– Stile duro e intenso da praticare, perché richiede energia e tanto impegno e perseveranza

Lo stile si propone di proseguire sull’antica via maestra cercando di rispettare e conservare quei criteri di saggezza che hanno generato e sviluppato le Arti Marziali, e per completarsi abbraccia in una visione d’insieme anche scuole e stili differenti evidenziando i punti in comune e sottolineando la caratteristica principale dell’imitazione. Dong Wu Xue significa: “studiare gli animali” e imitarli significa lottare e difendersi come loro.

Lo stile è sicuramente molto particolare: è armonico, deciso, aggressivo e soprattutto estremamente spettacolare. I gesti possono sembrare alquanto complessi per via dell’armonia e della peculiarità che bisogna far proprie nell’imitarli, e con lo studio e la costanza.. ogni movimento risulterà sempre più potente, più veloce, mentre in una posa statica l’attenzione sarà proprio come quella di un leopardo…che punta una preda.

Per comprendere a fondo il Kung Fu – Dong Wu Xue è necessario impadronirsi dell’Istinto Animale. Possedere ed incarnare lo spirito e le differenti caratteristiche è uno dei segreti dello stile.

Ogni animale ha una propria conformazione fisica una propria struttura nervosa un proprio tono muscolare e molte altre quali: velocità, agilità, flessibilità, sinuosità o forza esplosiva, caratteristiche queste utilizzati dagli stessi animali per la loro difesa o per gestire le più svariati situazioni di pericolo.

La potenza si costruisce con la ferocia che un praticante riesce a emettere nei suoi allenamenti. L’allievo nella pratica dovrà utilizzare uno Spirito fuori dal comune se vuole ottenere ottimi risultati, dovrà sentirsi come una tigre selvaggia che scende dalla montagna sicura e fiera o un serpente che nell’ombra attentamente studia la sua preda pronto all’attacco fulmineo.

Senza dubbio chiunque può assumere un’espressione facciale feroce, ma quel che una persona comune non sa fare è muoversi nella maniera ipnoticamente bella in cui si muove un predatore. Infatti un vero praticante di questa splendida Arte, nell’imitarne i movimenti dovrà muoversi veramente in “modo non umano”.

Per info potete contattare lo stesso Maestro Sordellini al numero 328.2318357

KUNG FU PER BAMBINI

KUNG FU PER BAMBINI

Dire bambini è dire gioco, dire gioco equivale a movimento quindi sport. Lo sport per i bambini è una cosa molto importante, se pensiamo che è tramite il gioco, il movimento, che il bambino impara a conoscere, a scoprire il proprio corpo, ad accettarlo e ad amarlo.

Non dimentichiamo che ognuno di noi comunica con gli altri non solo con la parola, ma soprattutto con il proprio corpo. È il corpo che comunica sensazioni, emozioni, simpatie, odio, amore affetto, amicizia…

La base del DONG WU XUE è quella di aiutare il praticante ad acquisire il suo equilibrio mentale e fisico. Con la pratica del NOSTRO FUKG FU i bambini imparano:
– Prontezza mentale, stare attenti ed evitare distrazioni
– Rispetto e responsabilità
– Superare problemi di timidezza
– Sviluppare coordinazione ed intelligenza
– Controllare l`esuberanza
– Stima e fiducia in se stessi

Con il Nostro Sistema si cerca di favorire al massimo lo sviluppo di tutte quelle abitudini fondamentali tanto importanti per il bambino: Psicomotorie: percezione del proprio corpo, rapporto spazio- temporale, coordinazione ed equilibrio..

LA FIGURA DELL`INSEGNANTE

Alla luce di queste varie considerazioni, la figura dell’insegnante riveste un’ importanza primaria. Oltre a possedere una buona attitudine pedagogica ed avere un’ ottima preparazione tecnico-fisica, deve conoscere perfettamente il funzionamento dei vari meccanismi.

E per meccanismi non si intende solamente quello fisico, ma anche e soprattutto la conoscenza dei meccanismi mentali psico-fisici, altrettanto importanti per un istruttore che vuole raggiungere dei risultati soddisfacenti.

Tutto questo gli fornirà il necessario bagaglio per iniziare un allenamento, tenendo presente alcune regole: creare un’atmosfera di lavoro distesa, mantenendo nello stesso tempo viva l’attenzione del bambino senza annoiarlo ne stancarlo;

cominciando facendogli scoprire a poco a poco lo sport senza imporre l’attività che il bambino ha scelto; tener sempre presente che nella tecnica, il movimento non è fine a se stesso, ma deve essere un mezzo di acquisizione di tutti i vari elementi che

contribuiranno allo sviluppo del bambino; conoscere l’esercizio e presentarlo in maniera chiara, semplice servendosi anche di esempi e di dimostrazioni; più che di insegnamento di tecniche, inizialmente bisognerà valutare l’attitudine, la disponibilità e le capacità fisiche del bambino per coinvolgerlo nel discorso comune del gruppo;

la pazienza, la calma, la costanza, saranno le armi migliori che un insegnante dovrà e potrà usare con i suoi piccoli allievi.
Ogni allenamento inizierà e finirà con il saluto rituale, questo favorirà anche l’inserimento nel gruppo dell’ultimo arrivato. L’ insegnante deve essere discreto, calmo, i comandi devono essere chiari, semplici e brevi.

Per info potete contattare il numero 328.2318357

DIFESA PERSONALE FEMMINILE

DIFESA PERSONALE FEMMINILE

Corso di sensibilizzazione all’autodifesa rivolto alle donne di ogni età e di qualsiasi livello atletico, con lo scopo di far acquisire conoscenza di se e delle proprie potenzialità. Il corso di autodifesa è rivolto a tutte le donne, anche inesperte, che intendono ricercare quella sicurezza psicofisica attravesro un sistema funzionale ed immediato adatto alla propria struttura fisica.

L’obbiettivo principale è l’efficacia immediata, un’efficacia che deve servire a tirarci fuori dalle situazioni più pericolose, che riguardano l’aggressione di strada e non solo.
Aggressioni, violenze, minacce, scippi, inseguimenti, rapine, furti, risse, sono solo alcune delle situazioni in cui ci si potrebbe trovare coinvolti involontariamente.

L’idea di difendersi o di proteggere la propria vita , la propria libertà o il proprio diritto di proprietà deve diventare un’abilità essenziale per sopravvivere, per proteggersi, specialmente per i più deboli, i cosiddetti “a rischio” soprattutto donne, le più esposte alle violenze di tutti i giorni.

Nasce così dopo anni di studio e applicazioni elaborate alla semplicità, questo corso di Autodifesa Femminile, che mette a disposizione delle donne un sistema immediato e diretto attravesro un programma di studio basato su tecniche provenienti dalle più svariate Arti Marziali.

Durante le lezioni verranno impartite lezioni teoriche e pratiche di:

– Psicologia dell’aggressore
– Nozioni base di anatomia
– Tecniche di difesa personale da strada
– Accorgimenti e consigli da adottare tutti i giorni
– Oggetti da utilizzare come strumenti di difesa

Per info potete contattare lo stesso Maestro Sordellini al numero 328.2318357

Vieni da noi

Una nuova strada e nuovi amici ti attendono!

Pin It on Pinterest

Share This