0 Elementi

WW Durbin

da | 5 Gen 2022 | Blog | 0 commenti

Quando WW Durbin si unì alla International Brotherhood of Magicians nell'autunno del 1923..............

Quando WW Durbin si unì alla International Brotherhood of Magicians nell’autunno del 1923, i membri totali contavano poco più di duecento. Durbin era un nome prezioso da aggiungere ai ranghi dell’organizzazione in crescita. Sebbene non sia famoso come Mago, si è esibito professionalmente prima di diventare un avvocato e in seguito ha perseguito una carriera di successo negli affari. Era anche un politico influente e aveva lavorato con William Jennings Bryan per convincere i Democratici dell’Ohio a sostenere la nomina di Woodrow Wilson alla presidenza.
Nato William Warner Durbin il 29 Settembre 1866, a Kenton, Ohio – una piccola città sul fiume Scioto – ha studiato nelle scuole pubbliche della sua città natale prima di laurearsi in legge alla National Law University di Washington, DC Ha lavorato per il Dipartimento del Tesoro per quattro anni a partire dal 1886 mentre frequentava la scuola di notte. Nel 1890 sposò Mary L. Danaher e tornò a Kenton per fondare il suo studio legale.
Nel 1895, Durbin costruì un piccolo teatro nel suo cortile, soprannominandolo “Sala egiziana”. Con 150 posti a sedere, Durbin ha prodotto i suoi spettacoli nel teatro e ha incoraggiato i Maghi in visita a esibirsi anche lì. Ricoprì le pareti e il soffitto con fotografie e poster di Maghi, acquisendo infine una collezione di diverse migliaia di pezzi.
Dopo quattordici anni di diritto, Durbin abbandonò la sua pratica e prese in considerazione l’idea di fare uno spettacolo on the road sotto la direzione di un ufficio del liceo. Nel Maggio 1902, incontrò il manager dell’Inter-State Lecture Bureau e dimostrò le sue abilità. L’uomo gli disse che era dispiaciuto di non aver visto Durbin prima perché aveva appena ingaggiato Phil Hunter, il Mago Buckeye, da Chillicothe, Ohio.
Nel frattempo, si è presentata un’opportunità diversa. Un’azienda del Kenton, la Scioto Sign Company, produttrice di insegne pubblicitarie in acciaio, carta, legno o cartone, era sull’orlo del fallimento. Hanno offerto a Durbin il lavoro di manager e tesoriere. Accettò e si lanciò completamente nello studio dell’impresa manifatturiera. Il senso degli affari e la leadership di Durbin hanno salvato l’azienda. Divenne comproprietario e l’attività continuò a prosperare, ottenendo infine contratti redditizi per la produzione di targhe, che furono anticipati dai suoi numerosi collegamenti politici.
Un organizzatore naturale con una propensione alla leadership, Durbin ha servito nel consiglio locale dell’istruzione ed è stato comandante del cancelliere per la sua loggia dei Cavalieri di Pythias. Nel 1902 si unì agli Elks e prestò servizio come Sovrano Esaltato per almeno otto mandati.
Durbin vedeva le cose in bianco e nero; o eri per lui o contro di lui. Di fronte a un’opposizione oa un punto di vista che non riusciva a comprendere, il suo linguaggio poteva essere schietto e salato. In altre occasioni, fu travolto dal sentimentalismo e sostenne soprattutto uno spirito fraterno. Nel suo ufficio era appesa una targa con una sola parola, che gli ricordava ciò che era importante nella vita: “ALTRI”.
Un uomo d’affari pratico e intraprendente, Durbin non aveva pazienza con i procrastinatori. Viveva secondo il motto: “Fallo ora!” e spesso esclamava: “Non aspettare che lo faccia George!”
Anche il presidente e cofondatore di IBM Len Vintus era una persona che credeva nell’efficienza e nell’azione. Iniziò una corrispondenza con Durbin e scoprì di essere all’altezza della sua reputazione di sostenitore della magia estroverso, amichevole ed entusiasta. Nel 1925, Durbin realizzò la copertina di The Linking Ring e fu lodato in un articolo non firmato come “il mago non professionista più popolare d’America”, avendo intrattenuto i principali Maghi nella sua casa di Kenton, Ohio.
L’articolo continuava: “È un forte sostenitore della Magia… e ha mostrato un vivo interesse per i progressi dell’IBM fin dall’inizio”. L’interesse di Durbin era così vivo, infatti, che prima che Vintus sapesse cosa stava succedendo, Durbin divenne presidente dell’organizzazione e poi editore di The Linking Ring.
Sebbene fosse sconvolto dall’improvvisa svolta degli eventi, è stato lo stesso Vintus a consentire a Durbin di rimuoverlo così rapidamente. Vintus era stato affascinato da Durbin, e quando gli offrì l’uso dell’Egyptian Hall per una convention dei membri dell’IBM nel 1926, Vintus accettò felicemente. Come gesto di buona volontà, e contro il parere del co-fondatore Gene Gordon, ha messo Durbin sulla scheda elettorale per la presidenza, non pensando che lui, come co-fondatore, sarebbe stato messo in minoranza. Un annuncio è stato fatto su The Linking Ring, le schede sono state spedite per posta e le votazioni sono state prese alla convention a Kenton quell’estate. Durbin ha sconfitto sonoramente Vintus due a uno.
Durbin ha affermato di non aver voluto il lavoro, ma se i maghi avessero deciso di averlo come presidente, avrebbe servito. Per placare i sentimenti feriti di Len Vintus, Durbin gli suggerì di nominarlo Segretario dell’IBM – una posizione che prima non esisteva – e diede a Vintus una medaglia che lo onorava come primo Past President. Ha anche proposto che Vintus dovrebbe servire come editore di The Linking Ring. Ernie Schieldge, numero tre dell’IBM, aveva curato la rivista, ma i numeri apparivano sporadicamente, quindi forse era contento di affidare la responsabilità a Vintus. In ogni caso, dopo l’elezione di Durbin, Schieldge è stato indicato come assistente segretario, Gene Gordon come direttore della pubblicità e Len Vintus come segretario, editore ed editore di The Linking Ring.
La neonata organizzazione aveva spostato The Linking Ring da un formato ciclostilato poco costoso a un’edizione stampata più costosa nel 1925, e Vintus, Gordon e Schieldge riuscivano a malapena a tenere la testa fuori dall’acqua. Durbin, ricco e con più esperienza, venne in soccorso e iniziò a finanziare la rivista e a vendere annunci pubblicitari.
Mentre Durbin esaminava il costo di Vintus per la produzione di The Linking Ring in Canada, si rese conto che poteva essere stampato negli Stati Uniti per la metà dell’importo. Durbin propose di occuparsi della stampa e ne seguì una disputa, con Vintus in netto svantaggio. Durbin aveva fornito la sede della Convenzione IBM e il Great Blackstone aveva proposto un ritorno a Kenton per il 1927, che fu approvato con entusiasmo dai membri. Inoltre, senza il continuo sostegno finanziario di Durbin a The Linking Ring, l’onere ritornerebbe ai fondatori. Vintus si dimise improvvisamente nella primavera del 1927, lasciando Durbin a completare il numero di maggio.
“Quasi al momento di andare in stampa”, ha scritto Durbin, “il montaggio di Linking Ring è stato affidato a una nuova gestione grazie alle dimissioni del signor Len Vintus, ex redattore. Quindi questo numero è piuttosto un caotico assemblaggio di materiale, di disposizione e ri-arrangiamento.”
Il ritardo della modifica non consente tempo per commenti, ad eccezione di quanto segue:
“Noi a cui sono spettati i doveri editoriali del Linking Ring vi salutiamo. Speriamo di fare di questa rivista un esponente degno della nostra grande Fratellanza internazionale”. Durbin ha incoraggiato i membri a contribuire con idee e a lavorare insieme per il successo di The Linking Ring. «Questa è la rivista dell’IBM», continuò, «e dovrebbe avere tante riflessioni quante un caleidoscopio, con la stessa ordinata bella disposizione. Aiutaci a renderlo tale”.
La colluttazione di Durbin con Vintus non scacciò Ernie Schieldge, che ora era indicato come Segretario con Leslie P. Guest come Assistente Segretario. La testata elencava WW Durbin come editore e direttore pubblicitario, con Ernest K. Schieldge come editore associato. Un altro editore associato era Eliza W. Durbin, la sorella nubile di Durbin che insegnava a scuola e aveva il tempo e le capacità per aiutare suo fratello a modificare la rivista.
Il mese successivo, Giugno 1927, Durbin raddoppiò i suoi sforzi per promuovere l’IBM ed espandere l’appartenenza. Ha esortato: “Ricordate il nostro slogan ‘2500 membri nel giugno 1928 e 1.000 membri presenti al prossimo congresso’. Passa la parola lungo la linea. Inviaci un nuovo membro. Continua a girare la palla”.
Il nome di John Braun, futuro editore esecutivo di The Linking Ring, compare per la prima volta sulla testata della rivista in questo numero. Braun è elencato come membro del Comitato Exposé, insieme a T. Nelson Downs, TJ Crawford e molti altri. Un altro cambiamento nel numero di giugno è stato che, per la prima volta dall’inizio della rivista, né Len Vintus né Gene Gordon sono stati elencati.
Nonostante queste perdite, le capacità gestionali e organizzative di Durbin erano evidenti dall’apparente facilità con cui assunse la direzione della rivista. Impiegava una segretaria che prendeva sotto dettatura per gestire la prolifica corrispondenza che intratteneva con i maghi di tutto il mondo, e i suoi articoli in The Linking Ring proiettavano uno stile di conversazione come se fossero dettati, con frasi casuali e frasi ripetute.
Più determinato che mai a trasformare l’IBM in un ordine mondiale di Maghi di successo, Durbin ha esortato incessantemente i lettori a coinvolgere nuovi membri. Ha anche scritto un flusso costante di lettere a maghi di spicco, raccontando loro gli entusiasmanti guadagni di appartenenza e chiedendo il loro aiuto nella promozione dell’organizzazione.
Il suo entusiasmo per l’IBM era autentico. Chiunque poteva vedere che si stavano facendo progressi. All’inizio del 1926, i membri ammontavano a circa 600. Con Durbin che destava le truppe e conduceva le sue instancabili campagne di scrittura di lettere, i ruoli crebbero a più di 1.900 entro l’autunno del 1927, quindi l’obiettivo di Durbin di 2.500 membri entro giugno 1928 – come incredibile come poteva sembrare all’inizio, ora era chiaramente raggiungibile.
Il 16 Settembre 1927, Howard Thurston rispose a una delle lettere di Durbin. “Sono lieto di conoscere gli incredibili progressi di IBM”, ha scritto. “L’IBM sta facendo un lavoro meraviglioso per maghi e Maghi. Stimola l’interesse per il dilettante e crea nuove leve all’arte. La sua splendida gestione, il suo andare avanti e ottenere così tanti nuovi membri è di per sé sorprendente… Mi congratulo con te e con l’IBM per il lavoro che stai facendo e [sono] orgoglioso di essere annoverato tra i tuoi dipendenti.
Harry Blackstone ha anche risposto a una lettera di Durbin del 2 ottobre: “Le parole non possono esprimere quanto sia lieto di sapere che la nostra appartenenza all’IBM è di oltre millenove cento, maggiore ora di tutte le altre società Magic messe insieme”.
“Un’organizzazione con così tante persone meravigliose, certamente mette l’Arte della Magia al riparo al suo posto. Una delle prime domande che mi vengono poste oggi entrando in un giornale è: “Fai parte dell’IBM?”, e quanto sono orgoglioso di dire che sono il primo vicepresidente e che WW Durbin è il nostro presidente, per questo sono i tuoi sforzi persistenti che hanno portato l’IBM ad andare avanti a passi da gigante… Possa l’elenco dei membri dell’IBM crescere fino a diecimila, in modo che si possa avere un interesse ancora maggiore. Lunga vita all’IBM!”
Alla convention del 1928, l’alto obiettivo di Durbin fu superato quando il 2.520° membro si unì. Sempre dando credito agli ALTRI di cui è stato ricordato dalla sua targa, Durbin ha scritto nel numero di giugno 1928: “Devi congratularti per lo splendido spettacolo che abbiamo fatto nell’ultimo anno”.
Da un punto di vista aziendale, i miglioramenti nell’organizzazione erano evidenti. Con Len Vintus al timone, i dati finanziari per il Giugno 1927 riflettevano un saldo di cassa di $ 97,40. Dopo un anno di gestione di Durbin, le vendite di annunci aumentarono, i membri aumentarono, i costi furono ridotti e il rapporto finanziario del 1 Giugno 1928 mostrò un saldo di cassa di $ 3.379,67.
“Non dobbiamo preoccuparci del futuro di IBM”, ha scritto Durbin. “C’è mai stato un gruppo di persone più entusiasta?” Ciò che Durbin non poteva prevedere, tuttavia, era il drammatico crollo finanziario che sarebbe arrivato presto e l’inizio di qualcosa che nessuno si aspettava: la Grande Depressione.
L’IBM Ring No. 71 in Ohio è ora chiamato WW Durbin Ring in suo onore.
W.W. Durbin si è spento il 4 Febbraio 1937, all’età di 70 anni in
Kenton, Ohio.

Giuseppe De Vincenti

Prestigiatore ed esperto in Close Up Magic, in arte Vincent. Da oltre 30 anni e più nel mondo della magia, con diverse pubblicazioni e tour conferenze in Italia e all'estero. Perno portante dell'Università Magica Internazionale "Damaso Fernandez"

Articoli recenti

Categorie

Archivi

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This